Città della Scienza, tutto pronto per la grande festa della ricostruzione a due anni dal rogo

A due anni dall’incendio che ha distrutto il Science Centre di Città della Scienza, una giornata di eventi per ricordare ciò che è successo, per chiedere di conoscere i colpevoli ma anche per guardare a ciò che sarà. Città della Scienza aprirà le porte a tutti i napoletani per festeggiare un momento di svolta nel processo di ricostruzione del Science Centre e per affermare il valore della cultura e della partecipazione democratica. Ecco il programma della giornata del 4 marzo:
dalle ore 10
Mostra ” Il Mare” e Officina dei Piccoli
Museo Porte Aperte
Laboratori, animazioni e dimostrazioni scientifiche, incontri e visite guidate per gli studenti e tutti i giovani amici di Città della Scienza. Come nella tradizione di Città della Scienza, la scienza diventa occasione non solo per riflettere ma anche per sorprendersi e divertirsi.
Teatro Galilei 104 e spazi all’aperto
Music School Festival. Lip Dub per la ricostruzione di Città della Scienza
Evento Speciale in collaborazione con il Polo Qualità di Napoli, Ufficio Scolastico Regionale per la Campania.
Gruppi musicali formati dagli studenti campani danno vita a un Lip Dub per la ricostruzione di Città della Scienza. Tutti i visitatori potranno fare festa al seguito dei musicisti in un percorso che toccherà le varie aree di Città della Scienza.
ore 17,30
Mostra ” Il Mare” e Officina dei Piccoli
A tu per tu con la ricerca: idee, brevetti, innovazioni, ricercatrici e ricercatori per Città della Scienza
ore 18,00
Padiglione Marie Curie
MESSA A FUOCO
Antonio Biasiucci, Fabio Donato, Mimmo Jodice e Raffaela Mariniello
Lo sguardo di 4 fotografi per Città della Scienza
Si chiama “MESSA A FUOCO” la mostra che Antonio Biasiucci, Fabio Donato, Mimmo Jodice e Raffaela Mariniello dedicano a Città della Scienza a due anni dall’incendio che ne ha devastato il Science Centre. Appena dissequestrati i luoghi dell’incendio, gli spazi sono stati per la prima volta ripercorsi, metro per metro, in tutte le ore del giorno e della notte, dai quattro artisti. Attraverso il loro obiettivo hanno interpretato la tragedia, con l’intento di fermare con lo sguardo la memoria di quanto è accaduto e immaginare il futuro.
ore 19,00
Teatro Galilei 104
Ripensare le città: dagli spazi vuoti all’economia della conoscenza
Una conversazione con Franco Purini in collaborazione con l’Ordine degli Architetti
intervengono: Vittorio Silvestrini, Presidente Città della Scienza, Rosalia Vargas, Presidente ECSITE, Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli, Stefano Caldoro, Presidente della Regione Campania
ore 20,00
Teatro Galilei 104
Concerto della Brigada Internazionale e Daniele Sepe
L’orchestra multietnica “Brigada Internazionale”, composta da dodici musicisti e diretta da Daniele Sepe, dà vita a uno spettacolo nel quale voci e suoni provenienti da tutto il mondo si fondono per rispondere alla diffusione verticale dell’intolleranza, della fobia per il diverso e affermare così, in perfetta sintonia con i valori per la diffusione dei quali Città della Scienza opera, l’importanza della condivisione e della partecipazione di tutti alla costruzione di una cittadinanza democratica. Un concerto nel quale la “meravigliosa musica della gente più povera della terra” regalerà a tutti allegria ed emozioni indimenticabili.

 

Comments are closed.