Pronta all’esplosione la Casa della Musica: per la prima volta a Napoli, Sir (Giovanni) Giorgio Moroder

E’ pronta a esplodere la Casa della Musica di via Barbagallo 115, dove Nabilah e DROP, domenica 15 novembre alle 19.00, invitano Giorgio Moroder a salire in consolle. Per la prima volta a Napoli, Sir (Giovanni) Giorgio proporrà al pubblico dell’evento una selezione dei suoi successi, quelli che gli sono valsi premi internazionali e che hanno attraversato, appassionandole, diverse generazioni. L’evento è organizzato in collaborazione con Lunare Project, Village Blues, UMF. Giorgio Moroder è uno dei personaggi più eclettici della scena internazionale. Vincitore dell’Academy Award come compositore, cantante noto in tutto il mondo, prolifico produttore, abile designer, film maker innovativo, ciò che lo ha reso noto è la musica. Ha lavorato con molte star internazionali, da Barbra Streisand, a Elton John, Cher, Roger Daltrey, Janet Jackson, Freddy Mercury, David Bowie and Pat Benata. E, ancora, i suoi singoli hit: “Hot Stuff” e “Hot Stuff” di Donna Summer, “Danger Zone” di Kenny Loggins,  Irene Cara “Flashdance (What a Feeling!)” di Irene Cara, “Putting Out the Fire” di David Bowie e “Call Me” di Blondie. Con le colonne sonore dei film, Giorgio Morder ha portato a casa tre Academy Award. Il primo arriva per la colonna sonora del potente film “Midnight Express”. Il secondo riconoscimento va alla hit di Irene Cara “Flashdance”, tratta dall’omonimo film. E poi arriva il terzo Academy Award per la romantica “Take My Breath Away” dal film “Top Gun”. E non sorprende affatto che Moroder, con le sue composizioni, compare nei famosissimi film “The Never Ending Story”, “American Gigolo”, “Cat People”, “Superman III”, “Scarface”, “Rambo III”, “Beverly Hills Cop II”. E la sua musica si è aggiudicata molti altri riconoscimenti importanti incluso quattro Golden Globes, due People’s Choice Awards, più di 100 dischi d’Oro e Platino. Nel febbraio 1998, ha ricevuto il suo terzo Grammy per la canzone “Carry On”, eseguita da Donna Summer e Giorgio Moroder. La creatività musicale di Moroder ha anche toccato il regno dello sport e della pace nel mondo. Ha scritto la canzone “Reach Out” per le Olimpiadi di Los Angeles nel 1984, “Hand in Hand” per  Seoul 1988, Olimpiadi in Korea, e la grande hit “Un’estate italiana” per la Coppa del Mondo 1990 in Italia. Evolvendosi sempre come artista, Moroder continua a trovare nuovi sbocchi per il suo talento musicale. Ultimo in ordine di tempo è il palcoscenico. Una delle produzioni musicali è ispirata a “Flashdance”. Negli ultimi anni, Giorgio è stato attivo nel mondo dell’arte con le sue creazioniin cui ha unito l’arte figurativa e la fotografia con un lavoro al computer. Il suo primo lavoro contemplava ritratti di amici, come Donna Summer e di sua moglie, Francisca. Nel 1996, a Londra è stato mostrato un suo lavoro incentrato sul controverso scrittore/poeta Charles Bukowski. L’estate scorsa, Giorgio ha presentato una mostra della sue creazioni di arte multimediale con suo fratello, Ulrich Moroder, al Museum of Modern Art di Bolzano. Uno dei progetti iniziali dell’arte al computer di Giorgio fu the il rivoluzionario corto metraggio, “A Special Tree”. Questo innovativo film è stato composto con centinaia di fotografie rielaborate in digitale sul suo computer. E’ stato coinvolto in altri progetti di film e video. Giorgio ha prodotto un documentario per la televisione tedesca, “The World in Which We Live”, e ha restaurato il classico film muto di Fritz Lang, “Metropolis”, inserendo una musica meravigliosa nel lavoro. Un progetto speciale e inusuale per Giorgio fu la progettazione e la produzione di una  supercar italiana, la Cizeta-Moroder. Questo gioiellino, una macchina sportiva 16 cilindri ha segnato un nuovo record per la tecnologia italiana. Originario della Val Gardena-Dolomiti, Moroder ha impiegato i primi anni della sua vita girando in tour in Europa suonando basso e chitarra nei gruppi pop. Alla fine mise su una formazione con Pete Bellotte  e produsse “Love to Love You Baby” cantata da Donna Summer. Questa canzone ha reso la musica disco la moda del momento in tutto il mondo.Nel 2004 Moroder è stato celebrato alla cerimonia Dance Music Hall of Fame, a New York, quando è stato introdotto per i riconoscimenti e i contributi come producer. Nel 2005,  ha avuto il titolo di Commendatore dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi. Nel 2012 inizia la sua nuova passione: DJ allo show Louis Vuitton a Paris, al party di beneficenza  Amfar-Elton al Festival del Cinema di Cannes, al Monaco Film Festival, alla Red Bull Music Academy di New York. Nel 2013 nella canzone “Giorgio by Moroder” collabora con il gruppo elettronico Daft Punk. E questo è anche l’anno in cui Giorgio gira il mondo tra i festival Way Out West in Svizzera, WIRE in Giappone, Electric Picnic in Irlanda, Electronic Beats a Vienna, e HARD a Los Angeles.

INFO:

Costo 25 euro+prevendita | Circuito: Azzurro Service | Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/462377827220488/

Comments are closed.