La cantautrice Deborah Carputo presenta il suo disco d‘esordio “Mi stai ascoltando”

Domenica 3 aprile alle ore 19.30 presso la libreria “Io ci sto” in via Domenico Cimarosa, 20, sarà presentato il disco “Mi stai ascoltando” il disco d’esordio della giovane cantautrice Deborah Carputo, una rocker dal viso della ragazza della porta accanto. ma con una grinta da vendere che prova a raccontare e a raccontarsi attraverso la musica ed in particolare il rock. Deborah Carputo prova a rompere il muro di omologazione che vede prigioniera un’intera generazione, gridando a voce alta i suoi dissensi con le canzoni dell’album “Mi stai ascoltando” , un disco che invita all’ascolto per entrare nel suo mondo e scoprire il suo punto di vista.

“Mi stai ascoltando” è un album, interamente autoprodotto, composto da otto brani in italiano firmati da Deborah Carputo e da Rosaria Casalini e musicati e arrangiati da Marco Sorrentino. “Mi stai ascoltando” è un disco con sonorità rock che ben si inserisce nel filone delle sonorità pop contemporanee. La voce graffiante di Deborah Carputo racconta storie che possono essere le storie dei ragazzi della sua generazione in cui la comunicazione è sempre filtrata dal mezzo tecnologico e quindi spesso falsata. Già dal titolo “Mi stai ascoltando”. l’artista ha bisogno di certezze, della sicurezza che il suo messaggio non passi inosservato e quindi con forza impone la necessità dell’ascolto. Ascoltare le sue parole, ascoltare gli stati d’animo attraverso il potente mezzo del rock, stile che meglio si adatta alla sua voce graffiante e piena di grinta, permette di superare quelle barriere che spesso si innalzano tra due o più persone e falsano o addirittura impediscono la comunicazione. Deborah Carputo nei suoi testi parla soprattutto di grandi sentimenti – “In questo disco ho voluto raccontare l’amore, anzi è proprio un disco dedicato all’amore, il più importante, variegato e potente di tutti i sentimenti” – afferma la cantautrice. Amore senza distinzione e senza discriminazioni, questo è uno dei messaggi forti lanciato nel singolo “Scivola via” che tratta del tema dell’omofobia e beneficia anche di un videoclip dai toni forti che non lascia nulla di inespresso anzi denuncia al tempo stesso accende le luci su un tema di grande attualita’ https://www.youtube.com/watch?v=r4L8iEuvTu0

Allo showcase. Deborah Carputo si esibirà live proponendo dei brani tratti dal suo album come “Scivola via”, “ Giorni lontani” che parla del grande tema della lontananza fisica tra due innamorati, “E’ Confusione” che racconta lo stato d’animo di chi forse non è più innamorato, “Ascoltati”, che è un invito a guardarsi dentro.

Appuntamento quindi alle ore 19.30 nella sala libreria Io Ci Sto in via Domenico Cimarosa,20. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

 

Cenni biografici Deborah Carputo

Deborah Carputo, classe 1994, nasce a Quarto, un paese nell’area Flegrea della provincia di Napoli. Muove i primi passi della sua formazione artistica nel mondo della danza, ma ben presto orienta la sua passione per l’arte verso la musica. Dall’età di tredici anni, comincia a frequentare dei corsi di musica e canto con diversi maestri e ancora oggi continua a studiare canto per perfezionare la sua tecnica vocale. Nel 2008 partecipa al Festival di Saint Vincent e a numerosi concorsi canori in giro per l’Italia, esperienze che la aiutano sempre di più a maturare la consapevolezza di orientare il proprio futuro in direzione della sua grande passione per la musica. I suoi modelli di riferimento sono le cantautrici italiane come Fiorella Mannoia e Gianna Nannini, di cui ammira la grinta e la voce rock. Dopo essersi esibita in vari locali della Campania ed aver partecipato a numerose trasmissioni televisive, nel 2016 Deborah Carputo raccoglie le energie e le proprie esperienze per convogliarle nella registrazione del suo primo album “Mi stai ascoltando” che pubblica nel marzo del 2016.

 

Comments are closed.