LUCI D’ARTISTA A SALERNO ecco la card per sconti e agevolazioni: è destinata a turisti e salernitani

Le Luci di artista di Salerno diventano un’app per salernitani e turisti in grado di connettere tutto il mondo con l’evento che più di tutti negli anni ha legato alla città di Salerno il brand di città dell’arte e attratto culturale per le installazioni di luci ormai visitate da tutto il mondo. Una card legata alle luci d’artista, la tradizionale manifestazione che a Salerno richiama ogni anno decine di migliaia di visitatori per le luminarie installate da novembre e per il periodo natalizio  è stata annunciata nel corso di una conferenza stampa nella sede del Comune, a Palazzo di Città, alla quale hanno partecipato il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli e gli assessori Roberto De Luca e Dario Loffredo.

La card, destinata i turisti ma anche ai salernitani,  offrirà riduzioni e servizi ai turisti e a quanti vorranno godere dell’evento Luci d’Artista (che dovrebbe essere inaugurato il 4 novembre). Al prezzo di 5 euro, la card è destinata non solo ai turisti ma anche ai cittadini salernitani che potranno così usufruire di sconti, vantaggi e agevolazioni su parcheggi, esercizi commerciali, attività ristorative, musei, eventi ed attrazioni.

Sarà acquistabile online sul sito Luci d’Artista, dalla App Luci d’Artista, nonché nei punti informativi predisposti in città, nei parcheggi di Salerno Mobilità e nelle sedi di categoria/enti/aziende che sottoscriveranno il protocollo. “Si tratta – rimarca il primo cittadino – di una scommessa che mi auguro sia vincente, una iniziativa che darà la possibilità di ottenere sconti non simbolici. Per quanto riguarda le attrattive museali e turistiche, saranno coinvolti anche luoghi della provincia, in modo tale che i nostri visitatori potranno così arricchire l’offerta”. “L’obiettivo – aggiunge l’assessore De Luca – è quello di prolungare la card per tutto l’anno. Questo è un test iniziale per valutare la risposta delle associazioni e del territorio. Cerchiamo di proporre questa card anche come mezzo promozionale di tutti i beni della nostra città, dai Giardini della Minerva al duomo, al castello Arechi al Museo dello sbarco. Noi vogliamo che i turisti vengano per le Luci ma scoprano e riscoprano la nostra città in modo più complessivo, in modo tale da desiderare di tornare con le proprie famiglie anche nel periodo estivo o in altri momenti dell’anno”. Roberto De Luca ha concluso: ”Vogliamo aprire gli eventi alla provincia. Salerno non vuole rintanarsi e alzare il ponte levatoio; anzi si apre agli altri territori, volendo svolgere sempre più il suo ruolo di comune capofila di questa vasta area”.

Comments are closed.