Il trio di Julian Oliver Mazzariello in concerto al Moro

Cava de' Tirreni, 6 dicembre

Post date:

Author:

Category:

- Pubblicità -

Il pianista Julian Oliver Mazzariello presenta venerdì 6 dicembre al Moro di Cava dè Tirreni Dèbut”, il suo primo disco da solista. Con lui sul palco ci saranno André Ceccarelli alla batteria e Rosario Bonaccorso al contrabbasso (inizio ore 22, info: 0894456352 e www.pubilmoro.it).

- Pubblicità -

Il disco uscito l’autunno scorso per Jando Music e Via Veneto Jazz è la sua prima prova da solista e si compone di sette composizioni originali e due “standard” della canzone: la “Accarezzame” di Pino Calvi (già interpretata da Roberto Murolo, Peppino Di Capri, Renzo Arbore e tanti altri) e “Que reste-t-il de nos amours?”, capolavoro di Charles Trenet. 

Julian Oliver Mazzariello è il pianista che più incanta e stupisce sulla scena musicale degli ultimi anni per il suo pianismo agile e talentuoso, per il suo stile moderno e originale, per il suo tocco armonico ricercato e ispirato.

Nasce nel 1978 a Hatfield, in Inghilterra. Inizia gli studi di pianoforte a soli sette anni e già mostra vivo interesse per “l’improvvisazione”. A tredici anni vince premi importanti come: “National Telegraph Young Jazz Musician of the Year”; insieme al coetaneo batterista Jose Joyette vince il concorso televisivo “291Club” con il duo “Future Shock”.Studia pianoforte classico con la “Associated Board of the Royal School of Music”. Ha diciassette anni quando decide di trasferirsi in Italia, a Cava Dei Tirreni, in provincia di Salerno. E’ il paese di origine di suo padre – anch’egli musicista – ma è anche convinto che certi aspetti culturali del territorio possano essere influenti per la sua espressività artistica e umana.

Inizia quindi un percorso di conoscenza e di crescita con la scena musicale del territorio: i fratelli Deidda, Giovanni Amato, Pietro Vitale, Jerry Popolo, Giampiero Virtuoso, Amedeo Ariano.Diventa il pianista del “Daniele Scannapieco 4tet” con Stefano di Battista e Andrè Ceccarelli; del “High Five Quintet” con Fabrizio Bosso Lorenzo Tucci. Incide l’album “3 from the Ghetto” di Dario Deidda prodotto da Gegè Telesforo, fa parte stabilmente del gruppo di Telesforo “Pure Funk Live”.

Collabora con i più grandi jazzisti del panorama nazionale e internazionale: Enrico Rava, Mariapia De Vito, Roberto Gatto, Giovanni Tommaso.

Intanto anche Lucio Dalla l’ha notato. Con lui incide l’album live “In quella notte di stelle” e terrà diversi concerti. Intreccia, poi, collaborazioni con Alex Britti, Fabio Concato, Fiorella Mannoia. Alla fine del 2018 esce il primo disco a suo nome, registrato a Parigi, in trio con Andrè Ceccarelli e Remi Vignolò, dsico che presenta al moro Venerdì in un concerto da non perdere

- Pubblicità -

SOCIAL

4,077FansLike
406FollowersFollow

INSTAGRAM

“Figlio velato” di Jago in esposizione a Napoli

L'artista Jago ha annunciato che la sua opera, "Il Figlio velato", sarà esposta a Napoli, per sempre,...

Summonte: al via “Natale nel borgo incantato”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA Prenderà il via il prossimo 19 dicembre l’anteprima del Festival Internazionale di Musica Etnica Sentieri...

I reperti del Parco di Ercolano alla mostra “Thalassa” al Mann

L’antica Ercolano, distrutta dall’eruzione vesuviana del 79 d.C., era sicuramente una città sul e di mare, lo dimostrano l’esplorazione archeologica...